Macchine a carrelli indipendenti

Rotomachinery Group Macchine a Carrelli indipendenti

Macchine per stampaggio rotazionale PRM/CRM

Le macchine a carrelli indipendenti sono lo stato dell’arte dello stampaggio rotazionale: una sola macchina per la produzione contemporanea di articoli di diverso spessore o materiale, con durate ciclo differenti o multistrato. I carrelli traslano da una fase all’altra senza essere legati e quindi si possono determinare durate diverse per ogni stazione, realizzando il miglior mix produttivo possibile, aumentando la produzione e mantenendo un’elevata qualità.

L’impianto per i processi di stampaggio rotazionale più avanzati: articoli multistrato, rotostampaggio contemporaneo di articoli di diverso spessore e quindi specifica durata del ciclo o necessità di gestire effetto Venturi sugli stampi per articoli di sagoma complessa.

Caratteristiche tecniche

– Configurazione 2, 3, 4 carrelli/bracci porta-stampi che si alternano;

– Diametro sferico max stampabile da mm. 1.000 a mm. 6.000 (PRM), da mm. 1000 a mm. 4500 (CRM);

– Componentistica standard europea (PRM), americana (CRM);

– Gestione automatica ed indipendente di ogni carrello/braccio;

– Camera ad elevato potere isolante;

– Ventilazione forno ad alta efficienza per ottimizzazione cicli di cottura;

– Bruciatore modulare elettronico;

– Bracci porta-stampi dritti, a squadra, a C completamente intercambiabili, a 1, 2 o 3 vie aria;

– Sistema rapido di bilanciamento stampi;

– Trasmissioni ad ingranaggi diretti senza utilizzare catene;

– Raffreddamento con ventilatori ad alto rendimento;

– Interfaccia operatore con touch-screen;

– Consolle perimetrali per gestione movimenti bracci;

– Barriere di sicurezza e protezioni a norma.

Caratteristiche tecniche

Gestione automatica ed indipendente di ogni carrello/braccio
Diametro sferico max stampabile da mm. 1.000 a mm. 6.000 (PRM), da mm. 1000 a mm. 4500 (CRM)
Componentistica standard europea (PRM), americana (CRM);
Gestione automatica ed indipendente di ogni carrello/braccio;
Camera ad elevato potere isolante e senza dispersioni;
Ventilazione forno ad alta efficienza per ottimizzazione cicli di cottura;
Bruciatore modulare elettronico;
Bracci porta-stampi dritti, a squadra, a C completamente intercambiabili, a 1, 2 o 3 vie aria;
Sistema rapido di bilanciamento stampi;
Trasmissioni ad ingranaggi diretti senza utilizzare catene;

Info aggiuntive

Il raffreddamento può essere singolo, doppio con o senza porte. Il lay-out può essere adattato in funzione delle esigenze produttive e dei vincoli presenti nel luogo d’installazione. Le configurazioni previste vanno dalla semplice macchina ad uno o due carrelli per testare il mercato fino alla soluzione con quattro carrelli e doppio raffreddamento per gli alti volumi produttivi.

L’estrema flessibilità di configurazione delle macchine a carrelli indipendenti è dimostrata anche dalla possibilità di sostituire facilmente e velocemente i bracci dritti con i bracci a squadra o i bracci a C. Per ogni braccio e quindi per ogni stampo rotazionale o gruppo di stampi è possibile determinare l’esatta durata di ogni fase e la corretta temperatura di stampaggio. La macchina memorizza nella ricetta di produzione la combinazione degli stampi sui bracci ed i dati di processo.

Grazie all’efficiente isolamento del forno, allo studio dell’ottimizzazione della circolazione dell’aria, all’impiego di efficienti bruciatori digitali, alla presenza di sistemi di rigenerazione dell’energia elettrica ed al rapido arresto dei ventilatori queste macchine rappresentano il traguardo ad oggi raggiunto per il risparmio energetico.

Optional previsti

Ogni macchina per lo stampaggio rotazionale Rotomachinery può essere equipaggiata con optional per un miglior controllo del processo, il risparmio energetico e gli equipaggiamenti per aumentare la produttività.

Controllo processi

Ricerca posizione zero degli stampi

La gestione incrementale della rotazione secondaria permette di programmare gli step delle operazioni di carico/scarico e introduzione/rimozione inserti.

Controllo processi

Industria 4.0

La macchina viene connessa ai software gestionali aziendali e riceve i dati degli ordini di produzione da evadere e applica le ricette di stampaggio memorizzate. Si interfaccia con la rete locale per comunicare i dati di ogni ciclo aggregati per periodo, braccio, articolo o materiale per i processi aziendali di logistica e qualità. La visualizzazione delle condizioni di funzionamento può essere resa disponibile su PC, tablet e telefono cellulare. 

Controllo processi

Teleassistenza

A bordo macchina viene installato un dispositivo di comunicazione via rete che ci consente l’intervento da remoto per assistenza, configurazioni e aggiornamenti software.

Controllo processi

Gestione automatica del ciclo

Grazie alla rilevazione costante delle temperature all’interno dello stampo il ciclo di stampaggio viene ottimizzato con il passaggio in automatico da una stazione di lavoro a quella successiva. Ogni ciclo sarà ottimizzato per le diverse condizioni di stampaggio (forno caldo/freddo – estate/inverno – cambio tipo e quantità) e la messa a punto del ciclo ottimale per nuovi stampi sarà immediata. 

Controllo processi

Rilevazione temperatura degli stampi

All’interno dello stampo può essere ottenuta con sistemi rimovibili completamente integrati nella logica di processo che trasmettono real time le informazioni al sistema di supervisione e controllo.

Risparmio energetico

Ecomode

Ecomode è una funzione operativa del forno, attivabile dall’operatore, che garantisce notevoli risparmi nel consumo di energia. In presenza di alcune condizioni predefinite (forno vuoto o temperatura inferiore ad un set point, 200° per esempio) il bruciatore si arresta ed il consumo di energia viene azzerato. In ECOMODE quando il bruciatore è spento l’estrattore fumi lavora al minimo, riducendo la massa d’aria calda espulsa e l’afflusso di aria fredda pulita.

6 Stazioni (4 di lavoro e 2 di attesa)

– Cottura e formazione del manufatto;

– Fase intermedia di attesa per il raffreddamento;

– Raffreddamento principale stampi;

– Stazione di attesa e di apertura stampi;

– Caricamento materiale negli stampi;

– Stazione attesa o pre-stampaggio, per secondo strato o sandwich.

– Configurazione 2, 3, 4 carrelli/bracci porta-stampi che si alternano;

– Diametro sferico max stampabile da mm. 1.000 a mm. 6.000 (PRM), da mm. 1000 a mm. 4500 (CRM);

– Componentistica standard europea (PRM), americana (CRM);

– Gestione automatica ed indipendente di ogni carrello/braccio;

– Camera ad elevato potere isolante;

– Ventilazione forno ad alta efficienza per ottimizzazione cicli di cottura;

– Bruciatore modulare elettronico;

– Bracci porta-stampi dritti, a squadra, a C completamente intercambiabili, a 1, 2 o 3 vie aria;

– Sistema rapido di bilanciamento stampi;

– Trasmissioni ad ingranaggi diretti senza utilizzare catene;

– Raffreddamento con ventilatori ad alto rendimento;

– Interfaccia operatore con touch-screen;

– Consolle perimetrali per gestione movimenti bracci;

– Barriere di sicurezza e protezioni a norma.